Monthly Archives: febbraio, 2015

Sei in affitto? Non disperare!

febbraio 26th, 2015 Posted by Senza categoria No Comment yet

Quando si è in affitto tendenzialmente i bagni non sono proprio curati, e se i padroni di casa non sono molti “simpatici” e sensibili al buon gusto, l’affittuario chiude un’ occhio….anzi due,sopportando.

Ma se l’ affittuario non riesce proprio a tenere gli occhi chiusi…..c’è la possibilità di trovare soluzioni alternative senza spendere una fortuna e senza interventi di muratura.

Tipico caso di bagno stretto e lungo, sanitari datati e lavabo con colonna. Piastrelle azzurrine ad altezza 120 cm su tutto il perimetro della stanza. Il resto delle pareti bianche, plafoniera anonima (forse un bene), attacco della lavatrice in un posto improbabile. Come fare per migliorare la soluzione sia esteticamente che a livello di praticità e buon funzionamento degli spazi?

Prima                                                                                                    Dopo

IMG_20150119_235701            IMG_20150226_185950

Prima                                                                                                   Dopo

IMG_20150119_235804                                                        IMG_20150207_205223

Particolari

IMG_20150207_205331            IMG_20150226_190423

E’ bastato spostare gli attacchi della lavatrice, asciugatrice e lavabo su un’ unica parete, il tutto con tubature esterne, fatto fare un piano in MDF, verniciarlo con smalto e successivamente stendere una resina trasparente (il tutto con un semplice rullino).

In questo caso è stato utilizzato un lavabo esistente acquistato in un viaggio in Marocco (€50 ) che attendeva da anni in cantina la sua occasione, la rubinetteria è fatta su misura con 2 saracinesche da cantiere (€8 l’una ) e ferro verniciato (totale €100 ), sotto la parte del lavabo ripiani con 2 pannelli scorrevoli, lavatrice e asciugatrice a vista e ripiani con cestini ikea (mobile finito €600). Un blu forte sulla parete attrezzata nuova,per le pareti rimaste, un azzurro tenue ,in sintonia con le piastrelle esistenti, un vecchio specchio trovato in cantina (e chi non lo trova da nonni o genitori?). Ultimo tocco, piccola collezione di specchi presi in vari viaggi, e il gioco è fatto!!

Abbiamo trasformato un anonimo bagno in uno spazio particolare e unico, ma allo stesso tempo pratico e funzionale, utilizzando al meglio gli spazi a disposizione.

Vuoi un consiglio anche tu per rinnovare il tuo bagno o un’altro ambiente di casa? Chiedilo a Marta!